Gelato banana e cannella

Il calzolaio Felipe la elogiava per la rosa dietro l’orecchio:
– Ah! I miei venti anni…
Protestava contro Josuè: perché non aveva scritto ancora un sonetto per quel fiore, per quell‘orecchio, per quegli occhi verdi; Josuè rispondeva che un sonetto era poco, avrebbe composto un’ode, una ballata.
Sussultavano quando batteva mezzogiorno e mezzo, cominciavano ad uscire, lasciando mance generose che Bico-Fino si affrettava a raccogliere con le sue dita sporche ed avide. Uscivano come spinti dal suono dell’orologio, costretti, controvoglia. Il bar restava vuoto, Nacib si sedeva per mangiare. Lei lo serviva, danzando attorno al tavolo, sturando la bottiglia di birra, colmandogli il bicchiere. Il volto bruno risplendeva quando egli, sazio, ruttando, – “fa bene alla salute” spiegava, – elogiava la bontà dei cibi. Radunava i piatti, Chico Moleza stava tornando, era il turno di Bico-Fino d’andare a pranzo. Gabriella distendeva la sedia a sdraio su di uno spiazzetto alle spalle del bar, ombreggiato da alti alberi. Diceva: “Arrivederci, don Nacib”, tornava a casa. L’arabo accendeva un sigaro San Felice, prendeva una copia arretrata del giornale di Bahia, rimaneva a fissarla fino a quando scompariva alla curva della chiesa, con quel suo passo danzante, le natiche ondeggianti.

Non portava più il fiore tra i capelli, dietro l’orecchio. Ed egli lo trovava sulla sedia a sdraio, forse caduto per caso, o forse lasciato ad arte dalla ragazza mentre si curvava sulla sedia?
Rosa scarlatta con profumo di garofano, profumo di Gabriella.

Da Jorge Amado, Gabriella garofano e cannella

Abbiamo bisogno di qualcosa di fresco, la causa è l’anticiclone Stige che ci stringe nella morsa del caldo e fa schizzare il termometro vicino ai 40 gradi:
ecco la ricetta per un gelato facile, senza uova e latte vaccino che esalta il sapore della frutta, che evoca territori lontani come la Bahia di Jorge Amado, prolifico scrittore brasiliano nato il 10 agosto 1912 sotto il segno del Leone.

Ricetta gelato banana e cannella

Ingredienti
3 banane mature
1 tazza di zucchero
1 tazza di latte di riso (o acqua)
il succo di 1 limone
la punta di un cucchiaino di cannella in polvere

Preparazione del gelato
Mettere tutti gli ingredienti nel frullatore.
Frullare.
Mettere il composto in una ciotola e mettere nel congelatore.
Lasciare riposare il gelato in congelatore almeno 4 ore, in modo che si rapprenda.

Note sul gelato di frutta

Cosa serve per fare un gelato?
Dopo tanto tempo in cui mi immaginavo i segreti nascosti nell’antro della gelatiera ho scoperto che bastano un frullatore e un congelatore.

E’ buonissimo?!
Davvero non sopporto quelli che scrivono “è buonissimo” sulle ricetta, ma qui mi viene voglia di metterlo… allora scriverò soltanto: un gelato fatto in questo modo ha un gusto molto fresco e invitante!

(Visualizzazioni: 109)
Condividi questo articolo con i tuoi amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il tuo parere è importante!
Vota questo articolo: 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *