Come preparare e mangiare un fico d’India

Lo so, questo articolo Vi sembrerà estremamente inutile e vi sarete anche domandati che bisogno c’era di scriverlo. Ma qui nel profondo nord, anzi nel profondo Nord Est, i fichi d’India non sono molto conosciuti e quando li ho presi il tipo del negozio ha dovuto spiegarmi come avrei dovuto fare per mangiarli crudi.

Maneggiare con cura

I fichi d’India hanno nella buccia dei fastidiosi aghetti che se non li togli ti si infilano nelle dita e e ovviamente pungono, Quindi vanno spazzolati prima di prenderli in mano. Di solito lo fa il fruttivendolo o comunque puoi chiedergli se l’ha fatto.

Per mangiare un fico d’India occorre prima sbucciarlo. Prendi un coltello e tagliata metà di ficodindia poi infila il coltello attorno al bordo in questo modo riuscirai a prelevare le due metà del ficodindia sbucciate.

Come si mangia un fico d’India

Sul serio ti sto per dire anche questo? Ebbene sì, l’hanno spiegato anche a me…

Prendi una fetta di fico d’India già sbucciato, metti in bocca e schiaccia un po’ sul palato ma senza masticare del tutto perché ci sono i semini e ti darebbero molto fastidio.

Come scegliere il fico d’India

La polpa dei Fichi d’India ha dei colori bellissimi: arancione, rosa carico anche fucsia, però non è detto che la buccia debba essere dello stesso colore, infatti sono buoni anche i fichi d’India che hanno la buccia verde l’importante è che siano maturi.

Hai trovato utile questo articolo? Esprimi qui il tuo voto.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (0 voti)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *