La baklava delizia turca ne l’Isola degli alberi scomparsi

La sera Meryem si gettò anima e corpo nella preparazione del suo dolce preferito, la baklava. Macinò un vasetto intero di pistacchi, il rumore assordante del tritatutto a smorzare addirittura l’ululato della bufera, dopo aver preparato la pasta sfoglia a mano, impastandola e battendola tra i palmi prima di coprirla e metterla da parte a fare un riposino.
(…)
“Boh la baklava la fanno tutti. Si trova anche al supermercato.”
“La fanno tutti vero, ma mica a tutti riesce. Noi turchi la facciamo croccante, con i pistacchi tostati. Cioè nel modo giusto. I greci invece usano le noci crude, e Dio solo sa come gli è venuto in mente. Rovinano il sapore.”
Da L’isola degli alberi scomparsi” di Elif Shafak

Primo romanzo che leggo della scrittrice turca Shafak, a livello narrativo è un fuoco pallido però ha avuto il merito di farmi conoscere il dramma della guerra civile a Cipro negli anni 70, è l’isola del titolo.

La baklava è una torta deliziosa con miele e frutta secca, quella turca ha i pistacchi, quando la trovo non me la faccio scappare.

Baklava ai pistacchi con tè alla menta
Visualizzazioni 30 / oggi 1
Condividi questo articolo con i tuoi amici

Il tuo parere è importante!
Vota questo articolo: 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *