Tortina di banane rapidissima

Il loro pasto principale erano frutti arrostiti dell’albero del pane, patate dolci, noci di cocco, maiale al forno, mele del Tropico, banane; ma non avreste mai potuto esattamente sapere se era un pasto vero o finto, tutto dipendeva dal capriccio di Peter. […]
Il tempo preferito da Wendy per cucire e rammendare era quando tutti erano andati a letto. Allora, come diceva, veniva il suo momento di respirare: cuciva cosine nuove, metteva rinforzi ai ginocchi dei pantaloni, che si consumavano terribilmente.
Quando si sedeva vicino al cesto delle calze, che avevano un buco a tutti i calcagni, alzava le braccia esclamando: “Povera me, qualche volta penso che le zitelle siano da invidiare.”
E mentre diceva questo, il suo volto era raggiante.

Da Peter Pan di James Matthew Barrie

Di sera il tempo preferito è quello di cucinare una tortina veloce, da ritrovare poi a colazione, basta avere in casa almeno un paio di banane.

Ingredienti
2 uova
1/2 tazzina di olio di girasole
1 tazzina di zucchero
1 tazzina di farina di mais
2 tazzine di farina 00
2 cucchiai di zucchero di canna
lievito
sale
2 banane
il succo di un limone

Preparazione
Sbucciare 2 banane e tagliarle a fette oblique larghe 1 cm, irrorarle con il succo di mezzo limone, aggiungere 2 cucchiai di zucchero di canna, mescolare affinchè non anneriscano. 1 minuto
Sbattere le uova intere con lo zucchero e un pizzico di sale, finchè diventano gonfie e chiare. 1 minuto
Aggiungere il succo di mezzo limone, l’olio e, poco alla volta, la farina setacciata, per ultimo amalgamare un cucchiaino di lievito. 2 minuti
Versare il composto in una tortiera rivestita con carta da forno.
Versare le banane zuccherate sopra il composto, infornare a 180 gradi per mezz’ora.
Dopo questo tempo avrete una tortina di banane profumatissima!

Note
James Matthew Barrie ha scritto la favola di Peter PanHo riletto Peter Pan, la favola dell’unico bambino che non diventa grande. Un bambino divertente, coraggioso, ma anche prepotente, egoista e bellicoso. Peter Pan nasce agli inizi del 1900 dalla penna di James Matthew Barrie, scrittore scozzese nato il 9 maggio 1860 – Toro, nono di dieci figli. Peter ci insegna che per volare basta pensare pensieri buoni e meravigliosi, “lovely, wonderful thoughts”, e ci porta nel non-luogo, l’isola-che-non-c’è, popolata da pirati, pellerossa, fate, sirene e bambini smarriti, senza casa e genitori ma smaniosi delle cure di mammina-Wendy.
Peter PanPeter Pan è l’uomo Gemelli, quello che vi fa tanto divertire ma che se incrociate nella vostra strada è bene che non ci perdiate troppo tempo care ragazze, a meno che non siate una vera dominatrice. Lo potete trovare comunque nei giardini di Kensington, a Londra.

Leggi anche: Ricette per bambini

Condividi questo articolo con i tuoi amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il tuo parere è importante!
Vota questo articolo: 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *