Risotto con ortica

L’antipatica e pruriginosa ortica è un’erba selvatica che ha dei bei fiori e permette di gustare un risotto dal sapore delicato, chi l’avrebbe mai detto?

Dopo una amena passeggiata bucolica di primavera a raccogliere ortiche, inseguita da due gatte e un gatto arrapato, mi metto all’opera.

La ricetta

Ingredienti per 4 persone:
400 g di riso Carnaroli
100 g di foglie di ortica
1/2 cipolla
olio extravergine di oliva
brodo vegetale

Preparazione

1Lavare le foglie di ortica in acqua fredda con del bicarbonato, in modo da accertarsi di togliere le impurità.
In una pentola rosolare in un cucchiaio di olio extravergine di oliva la cipolla tritata finemente. Aggiungere le foglie di ortica tagliate grossolanamente e salare, in modo che non diventino nere.

2Unire il riso e fatelo tostare per almeno un minuto.
Coprire con il brodo vegetale caldo, il doppio del volume, poco alla volta in modo che il riso lo assorba e cuocere con il coperchio, per circa 20 minuti.
Spegnere la fiamma e mantecare il riso con parmigiano grattuggiato o panna (anche vegetale) per renderlo più cremoso.

Questo risotto ha un sapore leggermente amaro.

Note sulla ricetta

L’ortica
E’ una pianta selvatica che cresce nelle rive dei fossi, il cui effetto pruriginoso se toccata è poco gradevole. Per raccoglierla e preparare questa ricetta consiglio l’uso di guanti.
Consiglio anche di lavare per bene le foglie di ortica visto che le zone in cui cresce spontaneamente sono tipicamente abitate e frequentate da serpi e piccoli roditori.

Condividi questo articolo con i tuoi amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il tuo parere è importante!
Vota questo articolo: 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *