Castagne bollite

Hai mai provato le castagne bollite? Ecco come prepararle in casa. La bollitura è la cottura più semplice per le castagne, usata nella classica ricetta contadina delle “ballotte”.

Preparazione

I frutti più grossi vanno lavati e messi in pentola con abbondante acqua, un cucchiaino di semi di finocchio, una foglia di alloro e una presa di sale. Cuocere le castagne a fiamma media finchè diventano morbide, ci vogliono dai 30 ai 40 minuti.
Le castagne che salgono a galla durante la cottura vanno scartate, perché potrebbero contenere degli insetti. Una volta cotte le castagne bollite si consumano ancora calde, dopo averle sbucciate.

Se dovete usare le castagne bollite per preparare ricette più complesse e dovete sbucciarle incidete la buccia vicino alla base ruvida.
Immergete le castagne in acqua bollente per 10 minuti, scolatele e togliete la buccia più dura. A questo punto rimettete le castagne a cuocere in acqua aromatizzata con finocchio, alloro o rosmarino per circa 40 minuti a fiamma bassa, quindi scolate e rimuovete la buccia più sottile.
Le castagne cotte in questo modo sono pronte per diventare purea, per essere glassate oppure condite con maggiorana, aceto e un pizzico di zucchero come usavano fare gli antichi romani.

Le castagne già cotte si trovano in commercio anche in pratiche confezioni sottovuoto.

Altre idee e ricette con le castagne

  •  
  •  
  •  
  •  


Il tuo parere è importante! Vota questo articolo: 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *