Ricette con il tarassaco

Condividi questo articolo con i tuoi amici
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

In primavera sui prati si trova facilmente la pianta di tarassaco, nota anche come dente di leone o cicoria selvatica. Una pianta spontanea le cui foglie hanno un gusto amarognolo, che si può consumare nelle insalate a crudo o cotta anche semplicemente saltata in padella, nelle frittate o nelle torte salate. Del tarassaco in cucina si usano anche i fiori gialli, in insalate o sott’olio come contorno.

Se vuoi provare a utilizzare il tarassaco in cucina la raccomandazione è sempre di raccoglierlo in zone lontane da strade, traffico e inquinamento. La raccolta del tarassaco va fatta a inizio primavera quando le foglie sono tenere. Secondo tradizione il tarassaco va accompagnato con uova sode e cotto con lardo e pancetta ma vi assicuro che è ottimo anche in versione vegetariana.

Come si prepara il tarassaco

Pulizia del tarassaco

Tarassaco senza radici, da lavare

Per prima cosa va eliminato il gambo, lascia solo le foglie, poi lava bene in acqua fredda in modo che non ci siano residui di terra. Sarebbe bene aggiungere del bicarbonato e cambiare almeno una o due volte l’acqua. Strizza il tarassaco con le mani.

Cottura del tarassaco

Fai lessare per 20 minuti in acqua leggermente salata.
Scola le foglie di tarassaco, spremi con le mani per asciugare e trita finemente.

Il tarassaco crudo

Il tarassaco se fresco si può usare anche crudo nelle insalate come se fosse rucola, sia i fiori che le foglie.

Le ricette

tarassaco saltato in padella
Tarassaco stufato

Tarassaco stufato in padella

Dopo aver cotto il tarassaco come spiegato qui sopra, salta in padella con olio extravergine di oliva e uno spicchio d’aglio; aggiusta di sale e pepe e bagna con del succo di limone prima di servire.

frittata di tarassaco e cipolle
Frittata di tarassaco e cipolla

Frittata di tarassaco e cipolla

Lava le foglie di tarassaco crudo, una manciata per persona, asciuga e taglia a pezzi, scotta in padella con cipolla e olio extravergine di oliva. A parte sbatti le uova con sale e pepe, versa sul tarassaco e cuoci in padella con il coperchio per 5 minuti.

frittelle di tarassaco
Frittelle di tarassaco

Frittelle di tarassaco

Secondo

Clicca qui per la ricetta

Risotto con i fiori di tarassaco e aceto balsamico

L’ho provato, è una prelibatezza.

Clicca qui per la ricetta

Tutte le ricette

  1. Frittelle di tarassaco
  2. Ricette con le erbette spontanee di primavera
  3. Risotto ai fiori di tarassaco e aceto balsamico

Curiosità sul tarassaco

ricette con tarassaco o dente di leone
Piantina di tarassaco con fiore, detto anche “dente di leone”

In commercio si trova anche il miele di tarassaco.

In Val di Non tra aprile e maggio si tiene una rassegna gastronomica interamente dedicata al tarassaco, le “Settimane del dente di leone”.

In Veneto il tarassaco è detto anche radicio de can o pissacane (da piscia cane) e non penso ci sia nulla da aggiungere sul significato volgare del termine!


Condividi questo articolo con i tuoi amici
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares


Il tuo parere è importante! Vota questo articolo: 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *